Testo unico su salute e sicurezza

Il Testo Unico sulla sicurezza sostituisce ed integra la vecchia 626 e altre normative in materia di sicurezza

Il decreto prevede l'ampliamento del campo di applicazione della normativa di salute e sicurezza sul lavoro a tutte le tipologie lavorative, senza alcuna distinzione di tipo formale/contrattuale (dipendenti, lavoratori a progetto, a domicilio, soci lavoratori, collaboratori familiari, prestazioni occasionali, etc) inclusi i lavoratori autonomi. Restano esclusi coloro che esplicano "piccoli lavori domestici a carattere straordinario" quali l'insegnamento privato supplementare e l'assistenza domiciliare a bambini, anziani, ammalati e disabili.

Si innalzano i livelli di tutela di tutti i prestatori di lavoro e le responsabilità per i datori di lavoro fino ai dieci dipendenti.

Novità del decreto:

  • sono rivisitate e coordinate le attività di vigilanza ed è rivisto il sistema delle sanzioni e sono eliminati o semplificati alcuni adempimenti burocratici;
  • documento di valutazione del rischio, è un documento che prende in considerazione tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, compresi i rischi collegati allo stress da lavoro, alle differenze di genere, all'età, alla provenienza di altri paesi;
  • ogni dipendente deve avere un libretto sanitario personale che ne seguirà l'intera vita lavorativa. I dati raccolti dal medico dell'azienda verranno annualmente comunicate al Servizio Sanitario Nazionale, tramite l'ASL territorialmente interessata;
  • viene riconosciuta l'importanza dell'addestramento specifico dei lavoratori effettuato sul posto di lavoro.

Per assicurare ai circoli aderenti una maggior sostenibilità dei nuovi adempimenti, l'Associazione sta definendo alcune convenzioni con aziende specializzate nell'attività di consulenza.

© 2019 Dipartimento Circoli, Area Cultura e Media, Sport e Turismo
Codice Fiscale: 80176910158 | Cookie Policy | Privacy | Termini e Condizioni | Login