RISCUOTE SUCCESSO A BUSSERO LA JAM PER I LAVORATORI JABIL

RISCUOTE SUCCESSO A BUSSERO LA JAM PER I LAVORATORI JABIL

Sul palco i miglori bluesmen lombardi. “I fondi raccolti saranno consegnati ai lavoratori – ha spiegato il presidente Valerio Marchesi del circolo familiare Angelo Barzago – perché questa è la nostra storia”.

Partecipatissima la Jam per i lavoratori Jabil, organizzata domenica 7 settembre al circolo di Bussero dai circoli familiare Angelo Barzago di Bussero e dal circolo La Speranza di Cassina De Pecchi, con il patrocinio dei comuni di Bussero e Cassina dei Pecchi e l’adesione della Camera del Lavoro di Milano.

Numerosi artisti si sono esibiti con il Vintage Trio, costituito da Max Prandi (basso e voce), Max de Bernardi (chitarra elettrica e voce) e Giancarlo Cova (batteria). Sul palco hanno ringraziato i partecipanti il presidente del circolo Valerio Marchesi e il delegato Fiom delle rappresentanze sindacali unitarie di Jabil Roberto Malanca, che ha ricordato l’ex collega “Gae”.

I fondi raccolti durante la manifestazione sono stati devoluti al presidio dei lavoratori licenziati tre anni fa da Jabil, nota azienda di telecomunicazioni, ex Siemens poi Nokia Siemens Networks, ceduta nel 2007 a Jabil che nel 2010 ricompra l’azienda - accollandosi un debito milionario -, ceduta nel frattempo all’americana Mercatech (i cui vertici italiani nel 2011 sono coinvolti per truffa e bancarotta nella vicenda Electrolux).

“Dopo i 325 licenziamenti – ha spiegato il delegato Fiom Malanca - per tre anni in cinquanta abbiamo presidiato giorno e notte i cancelli della fabbrica per impedire che i macchinari fossero portati via e oggi per circa 4 milioni di euro, macchinari compresi, attendiamo che si faccia avanti il nuovo compratore e formalizzi l’acquisto dell’area. Area vincolata dalla precedente e dall’attuale amministrazione comunale a produttivo-industriale – ha concluso Malanca - probabilmente contrariamente alle aspettative della proprietà (Nokia Siemens Networks) che avrebbe potuto più che raddoppiare il valore della stessa se fosse stata trasformata in residenziale”.

Soddisfatto Valerio Marchesi della riuscita della manifestazione, giunta alla sua terza edizione. «I fondi raccolti saranno consegnati ai lavoratori della Jabil perché la nostra cooperativa è stata costruita da contadini e operai – ha spiegato il presidente Marchesi - . Questa è la nostra storia e questo è il nostro modo per portare avanti i valori che stanno alla base della storia della cooperazione: lavoro, solidarietà e cultura”.

In programma per l’autunno due spettacoli teatrali sul tema della legalità in collaborazione con il gruppo locale di Libera.
(Sabrina Zocco -photo©fabiocarissimi 2014)

)

Foto Gallery: 
RISCUOTE SUCCESSO A BUSSERO LA JAM PER I LAVORATORI JABIL
RISCUOTE SUCCESSO A BUSSERO LA JAM PER I LAVORATORI JABIL
RISCUOTE SUCCESSO A BUSSERO LA JAM PER I LAVORATORI JABIL

© 2020 Dipartimento Circoli, Area Cultura e Media, Sport e Turismo
Codice Fiscale: 80176910158 | Cookie Policy | Privacy | Termini e Condizioni | Login