CON L'ARCI PROVE TECNICHE PER NUOVE ENERGIE

CON L'ARCI PROVE TECNICHE PER NUOVE ENERGIE

In questi giorni girare per Circoli è una esperienza comunque stupefacente, non si conoscono solo persone ma si incontrano strutture antiche,modificate nel tempo, spazi oramai in disuso o destinati ad altra funzione, arredi mescolati secondo le annate, il tempo in alcuni luoghi ha lasciato segni evidenti, spesso incoerenti con le esigenze di oggi. Poi se si parla un pò con il presidente o gli amministratori c'è un argomento ricorrente che preoccupa e lascia senza risposte: "qui i giovani non entrano, come si farà? Noi diventiamo vecchi, cosa succederà?"
Mi guardo in giro e dispiace dirlo ma visti spazi e arredi si può essere certi che in quel Circolo sará difficile una frequentazione di giovani, succederà solo per sbaglio o per mancanza di alternative.

Ma lasciando perdere gli arredi che evidentemente per molti non sono un'esigenza, l'offerta commerciale com'è? spesso essenziale, fuori moda e terribilmente convenzionale. Ricordo un Circolo nel varesotto che ancora oggi pigia l'uva e fa 3/4000litri di vino,cantina anche attrezzata ma in quel circolo si beve solo un vino! Quello da loro prodotto perché non può aver concorrenza al banco, altrimenti non si ripagano ne investimento ne fatiche. Se non piace cavoli tuoi!  Nel paese vicino è nato un wine bar che propone un centinaio di vini, secondo voi dove vanno i giovani?
Ma lasciamo perdere l'offerta commerciale anche se qui si sta già "scivolando",parliamo di offerta o iniziativa culturale nei nostri Circoli; si può dire sporadica? minimal? Dimenticata e inutile, dando ragione a quel Ministro che disse "con la cultura non si mangia".
La risposta alla domanda preoccupata è una sola, gli Amministratori se vogliono governare bene ed in coerenza la Cooperativa hanno l'obbligo di creare elementi e offerte attrattive, quindi dare spazio a esigenze altre,che non sono le stesse di un sessantenne o di un vecchio frequentatore.

Ma come si può dare spazio e a chi?
Il chi per me sono altri cittadini che amano incontrasi o esprimono passioni, sono i frequentatori o gli animatori di Associazioni, gruppi locali impegnati ma anche no. E tra questi penso che un'attenzione particolare i Circoli cooperativi la devono ai gruppi ARCI. Penso che in molti conoscono questa associazione di promozione sociale, le sue iniziative culturali o di impegno civile anche a carattere nazionale. I Circoli ARCI si può dire che sono un'evoluzione dei Circoli Cooperativi ma per la maggior parte non hanno lo spazio Circolo. Ma qui preferisco usare le parole di un loro dirigente che descrive i Circoli Cooperativi come spazi costruiti, luoghi fisici mentre i Circoli ARCI sono spazi di idee ed iniziative.

 Oggi al loro Congresso ho ribadito che negli ultimi anni i nuovi Circoli Cooperativi mettono insieme le due cose: Spazi e iniziative. E così deve essere, i Circoli devono tornare ad essere centri propositivi d'iniziativa culturale, dando spazio alla musica, a incontri di formazione, al teatro per adulti o bambini,al cinema, incontri culturali, al cibo raccontato,a forme di welfare solidale, a tutto quello che si può definire un tempo libero intelligente, e questo si può tentare di organizzarlo con chi ha passione per questi aspetti,con l'ARCI appunto, dando spazio a progetti ma anche a ospitalità  utilizzando locali in disuso o mal usati, dando spazio a nuove idee ed insieme avviare nuove frequentazioni.
L'Associazione dei Circoli da parte sua potrà fare un opera puntale di segnalazione di gruppi ARCI in cerca di spazi e gli amici dell'ARCI sono interessati, quindi  perché non rendere possibile un incontro che può far solo bene?
Così come farà bene ospitare le cene o gli aperitivi con "Libera" l'Associazione di Don Ciotti impegnata a riutilizzare i beni confiscati alle mafie assieme i Soci Coop, questo è in programma per i prossimi mesi, in modo da creare momenti conviviali ma con un minimo di consapevolezza civile e di impegno solidale.
APRIAMO I CIRCOLI A NUOVE ENERGIE, NUOVE IDEE E NUOVI AMICI.

© 2020 Dipartimento Circoli, Area Cultura e Media, Sport e Turismo
Codice Fiscale: 80176910158 | Cookie Policy | Privacy | Termini e Condizioni | Login