CIRCOLO COOPERATIVA SOCIALE

In questa sezione diamo risposta e indicazioni a tutti quei Circoli Cooperativi che ci chiedono se é possibile e con quali modalità  diventare Circoli Sociali.

Diciamo subito che é possibile e che lo status di Circolo Cooperativa Sociale é stato acquisito da una trentina di Circoli Lombardi.

E’ una evoluzione che implica due percorsi:

- un percorso burocratico/amministrativo che riguarda lo statuto

- un percorso che potremmo definire operativo/gestionale, che riguarda le attività svolte dal Circolo

presupposto di entrambi i percorsi è che la cooperativa rifletta e faccia precise scelte su quale è e come deve essere realizzato il suo oggetto sociale. 

SU COSA SI FONDA QUESTA POSSIBILITA’?
Nel novembre del 2000 il Ministero del Lavoro, Direzione Generale della Cooperazione, su richiesta presentata da Legacoop Nazionale e dall'Associazione Lombarda Circoli Cooperativi,  rispondeva: "la scrivente ritiene, sulla base di quanto contenuto nello statuto-tipo allegato alla stessa (richiesta), che la legge richiamata (N.381/91 Disciplina delle Cooperative Sociali) possa trovare applicazione alle cooperative di cui trattasi (i Circoli Cooperativi) 

Questo pronunciamento ministeriale é a disposizione in copia presso la nostra Associazione.

COSA CAMBIA NELLO STATUTO?
Gli articoli dello statuto-tipo sottoposto al Ministero sono a disposizione in Associazione, comunque  i principali cambiamenti riguardano:
Lo scopo mutualistico, che fa riferimento alla Legge 381/91:
le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso:
a) la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi
b) lo svolgimento di attività diverse – agricole, commerciali, industriali o di servizi – finalizzate all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati

Sulla base di un diverso scopo sociale, l’oggetto sociale e l’attività di un circolo cooperativa sociale si differenziano rispetto a quelli dei  circoli tradizionali, poiché viene introdotto  uno spiccato indirizzo socio- educativo. 
La somministrazione (il pubblico esercizio della cooperativa) diventa strumento funzionale alla gestione di un centro di aggregazione sociale, educativa, culturale, sportiva, ricreativa a favore di soci e utenti diversi, con particolare riferimento a giovani, anziani, extracomunitari e persone svantaggiate.
Nell’oggetto sociale si possono prevedere moltissime attività: l’organizzazione di corsi del tempo libero o di formazione, incontri letterari, animazioni per piccoli o ragazzi, gite sociali turistiche o culturali, mostre e convegni, la gestione di sale di lettura, teatri, cinema, biblioteche, centri sportivi, la produzione di libri, pubblicazioni, strumenti multimediali e tutto quanto altro può essere utile ai fini dello scopo sociale.

Quattro sono le tipologie dei soci possibili: lavoratori, volontari, sovventori e fruitori (utenti), tutti ammessi secondo le norme vigenti e regolati eventualmente secondo regolamento interno.

I PASSAGGI DA AFFRONTARE
Diciamo subito che non tutti i Circoli hanno le caratteristiche di un centro di aggregazione socio-educativo, ma è altrettanto vero che queste caratteristiche si possono praticare ed acquisire nel tempo.
Per diventare Circolo cooperativa sociale, in primo luogo i soci devono valutare l’attività della cooperativa, condividere il nuovo oggetto sociale, ragionare sugli eventuali cambiamenti gestionali: se le novità sono condivise, è necessario convocare un'Assemblea straordinaria con la presenza del Notaio per apportare le modifiche allo statuto.
Il Notaio, preso atto delle decisioni dell'Assemblea, produrrà gli atti da depositare in Camera di Commercio, provvederà al deposito del nuovo statuto e alla variazione di iscrizione all’Albo nazionale tenuto dalla Camera di Commercio (le cooperative sociali hanno un loro albo).
Esiste anche un Albo Regionale delle cooperative sociali, tenuto dalle Province. L’iscrizione a questo albo non è obbligatoria, ma offre l’opportunità di essere accreditati presso la pubblica amministrazione e di accedere alle agevolazioni previste dalla Regione Lombardia per le cooperative sociali. 
Inoltre i bandi di alcune Fondazioni bancarie prevedono espressamente l’iscrizione all’Albo Regionale per poter presentare progetti.
Operata la scelta statutaria, la cooperativa dovrà impegnarsi nel realizzare le attività socio-educative previste dal suo oggetto sociale e dovrà monitorare accuratamente il proprio lavoro.

 VANTAGGI E ONERI
Il Circolo Cooperativa Sociale acquisisce lo status di ONLUS (Organismo Non Lucrativo di Utilità Sociale) di diritto e può quindi accedere ai benefici previsti dalla legge 460/97 per questi enti (è ad esempio esonerato dall’imposta di bollo e può ricevere donazioni deducibile per il donatore). 
La Regione Lombardia per le ONLUS prevede l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica e dell’IRAP e molti Comuni nei regolamenti relativi a tributi di loro competenza (es. rifiuti, IMU) riservano trattamenti agevolati a questi organismi.
Le cooperative sociali sono cooperative a mutualità prevalente di diritto e beneficiano quindi della agevolazioni fiscali relative alla tassazione degli utili di bilancio. Possono inoltre essere destinatarie del 5 per mille.
Abbiamo già parlato in precedenza dei vantaggi legati all’iscrizione all’Albo Regionale. 
Va tenuto presente che per i Circoli cooperativi sociali è importantissima la relazione al bilancio, perché è lo strumento con cui i soci in assemblea e i Revisori al momento dell’ispezione verificano l’effettiva realizzazione dello scopo sociale attraverso le attività socio-educative svolte durante l’anno.
Le cooperative che intendono iscriversi all’Albo Regionale oltre al bilancio economico dovranno stilare anche un bilancio sociale.
La revisione da parte di Legacoop sarà annuale e non biennale, con un conseguente aumento del  contributo di revisione per questo servizio.

 

© 2018 Dipartimento Circoli, Area Cultura e Media, Sport e Turismo
Codice Fiscale: 80176910158 | Cookie Policy | Privacy | Termini e Condizioni | Login