PARLARE DI MUTUALITÀ E RISCOPRIRE DI ESSERE COOPERATORI. Primo incontro a Gaggiano(Mi) sulla mutualità.

Riflettere insieme sul significato della parola mutualità,  oramai in disuso, far capire perché l'Associazione Circoli sta dedicando molta attenzione a questo argomento,valutare i nuovi aspetti legislativi della Mutualità con la definizione prevalente o non prevalente, cosa fare per farla emergere, sono stati i passaggi principali dell'incontro di sabato 6 ottobre.

Non c'erano tanti circoli alla Novella 73, Circolo Associato di Gaggiano, ma questa é la nota meno entusiasmante, la conferma positiva é il giudizio generale di forte interesse per l'argomento.

Fare gli amministratori dei Circoli Cooperativi in molti casi é assunzione di responsabilità, tempo dedicato, gestione di conflittualità con soci, clienti e lavoratori nella quasi totalità dei casi senza avere nessuna remunerazione, un paradosso nella nostra odierna società.

Mi vien da pensare che aver dedicato qualche ora del sabato, sottrandole alle necessità del quotidiano famigliare,rasenta una sorta di missione per pochi eletti, ma, quasi rifiutare il CoffeBreak per non perdere tempo durante l'incontro e giudicare quelle due ore e un pezzo, decisamente utili e importanti, vuol dire che raccontare la mutualità non é ne stravagante, ne antiquato, ne fuori tempo.

Con i libretti azzurri dell'Associazione sui tavoli e qualche sguardo indagatore, il confronto é stato intenso, e soprattutto mi rendevo conto che  aver  ricompreso l'originalità  del significato di mutualità,  riqualificava in tutti la convinzione di essere cooperatori, rispondeva al perché "io" devo dedicare tempo volontario al Circolo, confermava che se nel Circolo c'é mutualità o si riesce a riattualizzarla,non si sta sprecando tempo,non si sta sottraendo tempo al quotidiano ma lo si sta arricchendo.

Permettetemi di allargarmi un attimo e riprendere le parole del nostro Presidente di qualche giorno fa "... se non ci ancoriamo a grandi valori morali saremo costretti sempre a logiche contrapposte  e sterili" ed ancora "....all'incertezza ed inquietudine della nostra società,sarebbe da riaffermare piú fortemente la nozione del bene comune e dell'interesse generale." Ed allora mi permetto di chiedere,dove la mettiamo la mutualità?, valore alle origini della cooperazione che riassumo cosi "l'insieme  di cittadini- soci, uniti in gruppo o in cooperativa che  agiscono democraticamente per ottenere un beneficio, un' opportunità che altrimenti singolarmente difficilmente otterrebbero".

Penso che dedicare tempo a riscoprire e sollecitare i Circoli alla mutualità non sarà tempo sprecato .....anzi.

Presidente Associazione Circoli Cooperativi Lombardi
Vittoriano Ferioli  

 

Commenti

Invia nuovo commento

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

© 2019 Dipartimento Circoli, Area Cultura e Media, Sport e Turismo
Codice Fiscale: 80176910158 | Cookie Policy | Privacy | Termini e Condizioni | Login